Home » Scuola e Comunicazione » Per tre quarti teatro

Per tre quarti teatro

Per tre quarti teatro - Didattica & Comunicazione

Il buon insegnamento è per un quarto preparazione e tre quarti teatro. Galileo Galilei

Galileo Galilei era uno che di insegnamento se ne intendeva. Non solo insegnava all’università, ma la definizione dei metodo galileiano equivale a segnalare una modalità di approccio alle materie scientifiche che è stato rivoluzionario.

In un non meglio specificato momento della sua vita Galilei ha dichiarato: Il buon insegnamento è per un quarto preparazione e tre quarti teatro.

Cosa ne pensate?

Secondo me è profondamente vero.

Insegnare significa trasmettere informazioni e nozioni, ma soprattutto emozioni per la materia. E l’emozione è teatro.

  • Un buon insegnate “tiene” la scena e coinvolge, e questo è teatro.
  • Una lezione fatta con tonalità monocorde è utilissima per pensare ai fatti propri, ma non certo per imparare qualcosa.
  • Un buon insegnante sa muoversi, sia per mantenere viva l’attenzione degli studenti, sia per controllarli.

Sa percepire l’atmosfera del pubblico, al punto di saper cambiare la programmazione dello spettacolo in cartellone se è indispensabile.

Un buon insegnate dovrebbe saper modulare la voce, sia per farsi ascoltare che per preservare le sue corde vocali.

Sì, Galileo Galilei di insegnamento se ne intendeva!