Home » Notizie » Insegnanti e felici

Insegnanti e felici

Insegnanti e felici - Didattica & Comunicazione

Patch Adams e Jacopo Fo a favore della scuola

Lo sapevate, e lo avreste mai detto, che Patch Adams, il famoso medico che ha portato il sorriso e i clown in ospedale, e Jacopo Fo si sarebbero occupati di scuola e insegnamento?
Eppure è così, e in dicembre si è tenuto a Senigallia il secondo convegno italiano (Insegnanti e Felici, appunto).
Sul web potete trovare numerose informazioni sul convegno, quindi io uso solo lo spunto per alcune riflessioni.
Da anni Patch Adams dimostra gli straordinari risultati che si possono ottenere, nell’ambito della salute, aggiungendo a diagnosi e cure efficaci un ingrediente prezioso: il sorriso.
E non è una novità che anche le capacità di apprendimento si sviluppino notevolmente se aggiungiamo il gioco e il sorriso.
Vale solo per i bambini? Assolutamente no.
Le capacità di apprendimento dei bambini sono notevolmente più sviluppate rispetto a quelle degli adulti.  Ed è ormai dimostrato con certezza che questo dipende dal fatto che per i bambini “tutto è possibile”, quindi il loro apprendimento potenziale non è bloccato da pregiudizi, convinzioni e ristrettezze di pensiero come, invece, avviene per molti adulti.
Ne consegue che lo stimolo di divertimento, capace di per sé di aumentare la curiosità e la disponibilità mentale verso il nuovo, è utile per i bambini, ma indispensabile per gli adulti che, altrimenti, filtrerebbero attraverso le loro convinzioni e restrizioni mentali ogni nuova informazione, respingendone la maggior parte.
In pratica, la molla per l’apprendimento è la curiosità.
Ma molti adulti opprimono la curiosità. Il divertimento “distrae” l’adulto dalle sue infrastrutture, ridando libero spazio alla curiosità e alla capacità di apprendimento.
E ora, con un apparente volo pindarico, desidero segnalarvi che molte ricerche hanno dimostrato che il principale elemento di benessere per le persone è … divertirsi nel lavoro che fanno.
Non è una novità per nessuno che molti insegnanti si sentono frustrati nel loro lavoro, ed è molto facile trovare infiniti motivi validi per cui ciò avviene.
Ne risulta danneggiato il loro personale benessere. E ne risultano danneggiate sia la loro capacità di apprendimento, sia quella dei loro alunni.
Se vogliamo migliorare il mondo, portare il divertimento a scuola è un passaggio obbligato!