Home » Progetti » Conclusioni Soft skills e Saper essere

Conclusioni Soft skills e Saper essere

Conclusioni Soft skills e Saper essere - Didattica & Comunicazione

Nella ricerca della saggezza il primo stadio è il silenzio,  il secondo l’ascolto,  il terzo il ricordo,  il quarto la pratica,  il quinto l’insegnamento. Salomon IBN Gabirol

La Kabbalah, uno degli antichi testi sacri dell'umanità, identifica nell'insegnamento una tappa importante per la crescita personale: come afferma  Salomon IBN Gabirol (un poeta ebreo vissuto in Spagna intorno all'anno mille, e presumibilmente anche un cabalista) l'insegnare è un costante percorso di apprendimento in cui i risultati che  il maestro ottiene per se stesso sono probabilmente superiori a quelli che raggiunge per l'allievo. E poi, l'obiettivo è che l'allievo, a sua volta, superi il maestro.

Solo in questo percorso di crescita costante possiamo sperare in un mondo che migliora se stesso, con il contributo di tutti.

La realtà in cui viviamo immersi è spesso ben diversa!

Eppure è proprio in questa nostra epoca, in cui troppo spesso abbiamo l'impressione che ognuno pensi per sé, che i valori siano totalmente spariti, che un numero sempre crescente di persone va alla ricerca di crescita personale.

Il nostro non è un tempo di religione, ma di religiosità, di spiritualità che non vaga verso il trascendente, ma verso lo sviluppo interiore. E questo mi sembra un segnale estremamente positivo.

Imparare le soft skills significa intraprendere un viaggio di sviluppo personale che, fortunatamente, non termina qui e non finirà mai.

Talvolta ci si stanca lungo la via, bisogna sostare un attimo, ma poi si riprende il cammino, ciascuno con il proprio passo e il proprio tempo.

Insieme abbiamo percorso un tratto di strada, e spero che il mio supporto ti sia stato utile.

Lascio alla prossima settimana, e alla prossima mail, i saluti, alcuni suggerimenti, e qualche raccomandazione.

Per ora grazie, e a presto